Pacchetto maternità

Home Forum Come fare per…. Pacchetto maternità

Questo argomento contiene 120 risposte, ha 10 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Mattia 1 settimana, 2 giorni fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 121 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2861 Risposta

    longhin mirian
    Partecipante

    Serve anche la scheda SDO da richiedere in ospedale. Almeno da noi in Veneto

    #2894 Risposta

    Matteo

    E per il rimborso asilo nido? Come si fa a chiedere (visto che telefonicamente e via mail è impossibile avere risposta)? Ma ci lavora qualcuno a sto fondo?

    #2896 Risposta

    mary

    Salve condivido la mia esperienza. Ho usufruito di parte di un pacchetto maternità tra giugno e agosto perchè poi ho avuto un aborto spontaneo. Ora sono nuovamente incinta e ho richiesto alcune prestazioni tramite pacchetto maternità. Le prestazioni mi sono state autorizzate ma sembra che previmedical stia continuando a scalare gli importi dal residuo del pacchetto maternità di cui avevo parzailmente usufruito. Ho segnalato la cosan sia sul form contatta il fondo che tramite reclamo perchè da regolamento è chiaramente indicato che il pacchetto maternità è legato a ogni evento gravidanza. Mi aspetto quindi che mi siano dati nuovamente tutti i 700 euro trattandosi di una nuova gravidanza. Vi aggiornerò appena avrò una risposta dal fondo.

    #3129 Risposta

    Alessandro

    Buonasera a tutti,

    Ho appena finito di leggere questo thread e vorrei condividere la nostra esperienza con il fantomatico Pacchetto Maternità.

    Anticipo subito che le modalità con cui vengono gestite le richieste di rimborso sono assolutamente scandalose: i tempi di risposta sono tanto più lunghi quanto più alta è la somma richiesta, le motivazioni di eventuali respingimenti vengono date a rate e non sempre viene data la possibilità di integrare la documentazione caricata, costringendo così l’utente a ripetere più volte la stessa domanda di rimborso.

    Inoltre, le informazioni fornite sul sito sono vaghe e spesso e volentieri insufficienti, mentre il call center è totalmente inadeguato sia come tempi di attesa, sia per qualità dei riscontri forniti ai pochi fortunati in grado di prendere la linea dopo ore di attesa. In sintesi un servizio davvero deprecabile per il quale sarebbe auspicabile una rimostranza ufficiale da parte dei sindacati che tanto l’hanno sponsorizzato.

    Tornando al succo del discorso, vi porto la nostra esperienza in merito a:

    1) Rimborso visite ginecologiche ed esami diagnostici/laboratorio in regime non convenzionato (ginecologo privato).

    2) Diaria per ricovero ospedaliero.

    Per quanto riguarda il punto (1), come già scritto da altri, il pacchetto prevede un massimale di 700€ suddiviso in max 4 eventi per gravidanza normale o max 6 eventi per gravidanza a rischio. La richiesta può essere fatta cliccando su ‘Visite’ o ‘Diagnostica’ e indicando come patologia ‘Gravidanza’. Nella nostra esperienza personale, dopo svariate domande fatte e sempre respinte per i motivi più vari, siamo giunti alla conclusione che i documenti da allegare siano i seguenti:

    A) certificato di gravidanza.

    B) fattura inclusiva di eventuale marca da bollo per importi superiori a 70€.

    C) referto prestazione.

    Per quanto concerne il punto (2), la diaria di 70€ viene rimborsata solo per ricoveri presso strutture private, infatti anche allegando la scheda di dimissione ospedaliera, viene sempre richiesto anche il documento di spesa sostenuto dall’assicurato, che nel caso di strutture pubbliche non esiste in quanto (fortunatamente) è tutto a carico del SSN. Questa almeno è la nostra conclusione dopo 2 pratiche respinte.

    Spero che queste informazioni possano essere d’aiuto ad altri che come noi stanno solo cercando di vedere riconosciuto ciò che spetta loro di diritto. Facciamoci sentire e soprattutto non diamola vinta a questi impostori!

    #3131 Risposta

    vinc80

    Ciao Alessandro, confermo quanto detto da te riguardo i tempi lunghi nella gestione dei rimborsi (mediamente 2 mesi) e sulla scarsità di informazioni reperibili soprattutto attraverso il Call Center che il più delle volte inaccessibile per i dubbi/problemi legati a queste problematiche. Ho trovato molto utili alcuni gruppi presenti su FB formati da iscritti, che spesso aiutano suggerendo come effettuare correttamente la richiesta di rimborso.

    Tornando ai tuoi punti, in base alla mia esperienza, avvenuta nei primi mesi del 2018 in cui realmente non si aveva nessuna informazione in merito e non si sapeva come districarsi con le richieste ripetutamente annullate ma che alla fine ho concluso con successo 🙂 , posso dire che:

    1) le richieste relative al pacchetto maternità (indennità di parto e visite ostetriche) vanno effettuate attraverso la voce “Altre prestazioni sanitarie”.

    2) la marca da bollo da 2€ è prevista solo per importi superiori a 77,47€ e solo se l’importo non è soggetta ad IVA;

    3) nel caso di ricevute con più prestazioni, è necessario dettagliare il costo di ciascuna prestazione o, nel caso di ricevute già emesse, allegare, anche in carta semplice purché sia intestata o corredata di bollo e firma del medico che emette la ricevuta, il dettaglio dei vari costi che concorrono al raggiungimento del totale.

    3) Per quanto riguarda l’indennità di parto, è prevista sia per strutture private che per gli ospedali. il documento necessario per richiederla è la SDO (Scheda di Dimissione Ospedaliera) da non confondere con la lettera di dimissione che rilasciano in automatico all’atto della dimissione. La SDO è contenuta all’interno della cartella clinica, da richiedere alla struttura in cui è avvenuto il parto ed è l’UNICO documento necessario per richiedere l’indennità di parto da caricare nella pratica al posto del documento di spesa!

    Seguendo l’ultimo punto non vedo motivi per cui devono annullare la richiesta. Quindi armati di pazienza e procedi in questo modo 🙂 Il tempo c’è … in bocca a lupo!

    #3137 Risposta

    Grazia

    Buongiorno,

    Qualcuno ha info chiare su come richiedere l’indennità parto con l’app?

    Nei rimborsi viene richiesta la fattura…

    #3138 Risposta

    Dardano Roberto
    Partecipante

    buonasera, vorrei chiedere un’informazione. Mio marito è iscritto a metasalute, puo richiedere il rimborso delle spese per la mia gravidanza? Non sono fiscalmente a carico. Lo chiedo perché unisalute riconosce le spese anche del coniuge in maternità. Grazie e buona serata

    Anche io come Francesca vorrei chiedervi se avete informazioni per il pacchetto maternità alla coniuge non fiscalmente a carico.

    Ci spetta qualcosa? Dal sito sembrerebbe di no, perché non posso seleziona il coniuge (almeno se non a carico fiscalmente), quando si avvia la procedura, ma compare solo il mio nome…..

    Ho provato a contattare dal sito il fondo qualche settimana fa ma niente, per telefono ho rinunciato dopo un instradamento di varie registrazioni….

     

     

    #3153 Risposta

    vinc80

    Per aggiungere il/la coniuge NON fiscalmente a carico sono previste delle finestre temporali in cui poter effettuare l’iscrizione pagando una quota a parte. La finestra temporale per l’anno in corso si è conclusa a Novembre 2018.

    #3330 Risposta

    Laura Cappellin

    Buongiorno,

    anch’io ho seri problemi ad ottenere risposte da Metasalute…. è decisamente indecente e non professionale!!!  E’ da agosto che chiedo come poter richiedere il rimbordo Pacchetto Maternità: dopo milioni di telefonate non riuscendo a parlare con NESSUNO e dopo 20 email non risposte, ho deciso di inserire comunque le prime ricevute rilasciatemi dal mio Ginecologo (che non fa parte del circuito Metasalute). E’ dal 17.01.2019 che la mia pratica risulta solo inserita.

    Io ho inserito solo le ricevute, ma servono altri documenti?

    Come faccio a capire quando potrò ottenere il rimborso previsto dal pacchetto maternità?

    Altrimenti è veramente inutile continuare a versare mensilmente la quota per un fondo inesistente.

    Chi può aiutarmi e spiegarmi come si fa?  Grazie mille,

    laura

    #3333 Risposta

    vinc80

    Ciao Laura,

    oltre alle ricevute fiscali, avresti dovuto inserire anche il certificato di gravidanza che riporta data ultima mestruazione/data presunto parto (come indicato nei post precedenti).

    Assicurati che le ricevute fiscali abbiano la marca da bollo da 2€ quando necessaria e che, in caso di più prestazioni, anche il dettaglio delle singole prestazioni con i costi relativi.

    Il tempo di gestione della pratica è di quasi 2 mesi.

    Ciao e Auguri

     

Stai vedendo 10 articoli - dal 111 a 120 (di 121 totali)
Rispondi a: Pacchetto maternità
Le tue informazioni: